Assopiscine risponde

In Toscana, in provincia di Pistoia si può installare l’impianto ad elettrolisi in un albergo?

AssoPiscine 23 aprile 2020, 4:30
Domanda estesa:
In Toscana, in provincia di Pistoia si può installare l'impianto ad elettrolisi in un albergo?

Risposta

Riscontro istanza

L’utilizzo dell’elettrolisi non è ammessa dall’Accordo S/R in vigore;

nella bozza di revisione dell’allegato all’Accordo, ancora in sofferenza (e non si conosce sino a quando), la tipologia di impianto è stata presa in considerazione con delle importanti limitazioni nel campo di utilizzo (volumetrie ridotte e pochi bagnanti/ora).

Oggi è escluso l’impiego di questi impianti per piscine pubbliche (gruppo a1) e piscine di proprietà pubblica o privata, destinate a utenza pubblica ad uso collettivo di tipologia a2 (all’interno della quale sono identificati i pubblici esercizi – gruppo a2.1 – e le attività ricettive turistiche – a2.2 -).

Avendo la Regione Toscana recepito il testo dell’Accordo all’interno della propria legge sulle piscine, esclude il ricorso agli impianti ad elettrolisi per gli alberghi.

Se dovesse comunque persistere l’assoluta volontà di ricorrere alla soluzione prospettata da parte del possibile committente, potrebbe essere chiesto direttamente alla ASL competente se, nelle pieghe della norma, possono esserci spazi (comunque non ne vedo).

Commissione Tecnica Assopiscine

Disclaimer

Assopiscine precisa che le risposte ai quesiti, seppur elaborate con estrema attenzione e diligenza da parte dei Suoi professionisti, non costituiscono erogazione di consulenza professionale né legale, ma solo attività di informazione. L’Associato (il Richiedente) è quindi espressamente ed esplicitamente tenuto a non basare le proprie azioni sulle consulenze e risposte ai quesiti posti e invitato ad approfondire le questioni trattate con professionisti di Sua fiducia. Assopiscine non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi o danni causati dalle risposte ai quesiti e dalle consulenze fornite e neppure per le conseguenze negative che possa subire l’Associato (il Richiedente) che riferisca di essersi informato dalle risposte e/o notizie ricevute.