Assopiscine risponde

Quali sono i requisiti di una piscina con superficie inferiore a 100 mq in Bad & Breakfast in Puglia e le eventuali differenze se dovesse trattarsi di Agriturismo o Masseria?

AssoPiscine 23 aprile 2020, 4:30
Domanda estesa:
Quali sono i requisiti di una piscina con superficie inferiore a 100 mq in Bad & Breakfast in Puglia e le eventuali differenze se dovesse trattarsi di Agriturismo o Masseria?

Occorre evidenziare che la Regione Puglia si è dotata della Legge Regionale 7 agosto 2013 numero 27 “Disciplina dell’attività ricettiva di Bed and Breakfast (B&B)” e della Legge Regionale numero 35/2008 “Disciplina igienico sanitaria delle piscine ad uso natatorio”.

Nella Legge B&B non vengono fatti riferimenti a piscine quindi per assimilazione, anche se non omogenea, il riferimento da considerare è inserito nell’articolo 5 comma 2 della Legge 35/2008 che individua – in analogia con le indicazioni puntuali contenute nell’Accordo Stato-Regioni del 16 gennaio 2003 – all’interno del Gruppo A2 le “piscine a uso collettivo, destinate all’uso esclusivo da parte degli ospiti, clienti o soci di strutture adibite alle seguenti attività:
a) pubblici esercizi;
b) attività ricettive turistiche e agrituristiche.”

Premesso quanto sopra, per gli aspetti igienico sanitari e organizzativi deve essere fatto riferimento alla Legge Regionale della Puglia numero 35/2008 mentre, per gli aspetti costruttivi e impiantistici, il riferimento è la norma UNI 10637.

Disclaimer

Assopiscine precisa che le risposte ai quesiti, seppur elaborate con estrema attenzione e diligenza da parte dei Suoi professionisti, non costituiscono erogazione di consulenza professionale né legale, ma solo attività di informazione. L’Associato (il Richiedente) è quindi espressamente ed esplicitamente tenuto a non basare le proprie azioni sulle consulenze e risposte ai quesiti posti e invitato ad approfondire le questioni trattate con professionisti di Sua fiducia. Assopiscine non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi o danni causati dalle risposte ai quesiti e dalle consulenze fornite e neppure per le conseguenze negative che possa subire l’Associato (il Richiedente) che riferisca di essersi informato dalle risposte e/o notizie ricevute.