Assopiscine risponde

Qual è la documentazione necessaria per aprire un piccolo negozio per la vendita di accessori per piscine e installazione di piscine?

AssoPiscine 23 aprile 2020, 4:30
Domanda estesa:
Qual è la documentazione necessaria per aprire un piccolo negozio per la vendita di accessori per piscine e installazione di piscine?

Relativamente all’apertura di un esercizio commerciale, la riforma del commercio introdotta dal decreto legislativo n. 114 del 31 marzo 1998 ha modernizzato il settore adeguandolo alla normativa della maggior parte dei paesi europei, oggi la procedura da seguire per poter aprire un negozio è abbastanza semplice.

La legge Bersani di fatto ha liberalizzato il commercio, infatti chiunque può aprire un negozio se ha una superficie inferiore a 250 mq e destinarlo alla vendita di qualsiasi cosa.
Cosa occorre in concreto:
Semplice comunicazione al Sindaco la Dichiarazione di Inizio Attività (SCIA) per esercizi commerciali la cui ampiezza non supera i 250 mq nei comuni con più di 10.000 abitanti assicurando il rispetto di tutte le normative che regolamentano il settore.
Non occorre più l’iscrizione al REC (Registro Esercenti Commerciali) non sono previste distanze minime tra attività commerciali concorrenti. Restano salve le indicazioni di carattere fiscali apertura di partita IVA ecc.
Per quanto riguarda l’attività di installazione di piscine, è necessario preliminarmente individuare la forma giuridica con la quale svolgere l’attività di installazione impianti piscine; possono infatti essere prese in considerazione le seguenti scelte di tipologia aziendale:

  • Società a responsabilità limitata SRL
  • Società di capitali SPA
  • Società a nome collettivo SNC
  • Società ad accomandita semplice SAS
  • Azienda artigiana

Per i soggetti in forma societaria occorre che nello statuto sia espressamente indicato che si vuole svolgere l’attività di installazione di impianti piscina, mentre per l’azienda artigiana occorre solo l’iscrizione alla camera di commercio con l’indicazione nella descrizione dell’attività.
Tutte le tipologie aziendali, indipendentemente dalla forma giuridica, debbono ottemperare alle indicazioni fornite dal D.L. 37/08 per poter certificare la regolare esecuzione dei lavori.
Tutto quanto sopra deve sempre ottemperare alle indicazioni di carattere (apertura di partita IVA, ecc.).

Disclaimer

Assopiscine precisa che le risposte ai quesiti, seppur elaborate con estrema attenzione e diligenza da parte dei Suoi professionisti, non costituiscono erogazione di consulenza professionale né legale, ma solo attività di informazione. L’Associato (il Richiedente) è quindi espressamente ed esplicitamente tenuto a non basare le proprie azioni sulle consulenze e risposte ai quesiti posti e invitato ad approfondire le questioni trattate con professionisti di Sua fiducia. Assopiscine non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi o danni causati dalle risposte ai quesiti e dalle consulenze fornite e neppure per le conseguenze negative che possa subire l’Associato (il Richiedente) che riferisca di essersi informato dalle risposte e/o notizie ricevute.