Assopiscine risponde

Piscina condominiale: è necessaria la figura di Responsabile di piscina?

AssoPiscine 23 aprile 2020, 4:30
Domanda estesa:
In un condominio nel quale è presente una piscina, è attivo un contratto con una ditta che è responsabile della conduzione degli impianti tecnologici e che provvede altresì al controllo dell'acqua; la normativa della Regione Toscana prevede che per tale ultima incombenza venga nominato un Responsabile di piscine. Viene chiesto se tale figura è necessaria.

La Regione Toscana ha adottato una propria puntuale normativa con la Legge regionale 23 dicembre 2014, n. 84 che apporta modifiche alla precedente legge 9 marzo 2006, n. 8 “Norme in materia di requisiti igienico-sanitari delle piscine ad uso natatorio”; ad essa è seguito, il 20 maggio 2015 la pubblicazione della delibera delle Giunta Regionale Toscana n. 581/2015 che allinea ai contenuti di legge il Regolamento di gestione delle piscine.
L’Art. 47 di detto Regolamento prevede che, al fine di garantire l’igiene, la sicurezza degli impianti e dei bagnanti e la funzionalità della piscina debbano essere individuate tre figure:
a) il Responsabile della Piscina (nella persona del titolare o dallo stesso individuato e incaricato con atto scritto); che deve assicurare il corretto funzionamento della struttura e possedere idonee conoscenze (diploma di laurea in tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro);
b) l’Assistente Bagnanti (abilitato al ruolo);
c) l’Addetto agli Impianti Tecnologici; che assicura il corretto funzionamento degli impianti stessi e possedere idonea qualificazione professionale, o diploma di scuola media superiore o di laurea, tutti attinente agli indirizzi coerenti con il comparto; i suoi compiti possono essere svolti anche dal Responsabile della Piscina, purchè in possesso dei necessari requisiti.
Il Responsabile della Piscina oltre ad assicurare la corretta gestione di tutti gli elementi funzionali della piscina sotto il profilo igienico- sanitario, tecnologico ed organizzativo, .provvede alla tenuta delle documentazioni previste compreso il registro dei controlli dell’acqua in vasca che vengono ad essere svolti da soggetti terzi.

Disclaimer

Assopiscine precisa che le risposte ai quesiti, seppur elaborate con estrema attenzione e diligenza da parte dei Suoi professionisti, non costituiscono erogazione di consulenza professionale né legale, ma solo attività di informazione. L’Associato (il Richiedente) è quindi espressamente ed esplicitamente tenuto a non basare le proprie azioni sulle consulenze e risposte ai quesiti posti e invitato ad approfondire le questioni trattate con professionisti di Sua fiducia. Assopiscine non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi o danni causati dalle risposte ai quesiti e dalle consulenze fornite e neppure per le conseguenze negative che possa subire l’Associato (il Richiedente) che riferisca di essersi informato dalle risposte e/o notizie ricevute.