Assopiscine risponde

Percentuale di detrazione fiscale in caso di intervento di manutenzione straordinaria o ristrutturazione di una piscina e possibilità di accedere alle detrazioni Ecobonus 110

AssoPiscine 23 aprile 2020, 4:30
Domanda estesa:
Buongiorno Un architetto con il quale collaboriamo ci inoltra il quesito sotto riportato relativamente ad un intervento su piscina esistente. Il quesito riguardava la possibilità di accedere alle detrazioni fiscali in caso di intervento di manutenzione straordinaria o ristrutturazione di una piscina: quanto ammonterebbe la percentuale di detrazione e su quali interventi è applicabile? Ho inoltre letto su internet, ma non ho avuto conferma da documenti ufficiali dell'agenzia delle entrate, che in caso di sostituzione dell'impianto di riscaldamento dell'acqua della piscina, si potrebbe accedere anche alle detrazioni dell'ecobonus al 65 o 50% in quanto rientrerebbe negli interventi di efficientamento energetico. Le risulta?

La disciplina delle detrazioni per opere di ristrutturazione su piscine non è stata modificata. La guida dell’Agenzia delle Entrate distingue i casi di:

– INTERVENTI SULLE SINGOLE UNITÀ ABITATIVE: intervento ammesso per rifacimento modificando caratteri preesistenti;

– INTERVENTI SULLE PARTI CONDOMINIALI: riparazione e rinforzo di strutture, conservando le caratteristiche (materiali, sagoma e colori) preesistenti, la detrazione ammessa è del 50% sulle spese sostenute nel limite di Euro 96.000,00 per abitazione.

Si allega ultima guida pubblicata dall’agenzia delle Entrate. Si allega altresì risposta a quesito.
Per quanto riguarda la seconda parte del quesito si allega articolo riepilogativo di una rivista specializzata in materia. Naturalmente non viene descritto il caso specifico; si allega comunque risposta dell’Esperto Risponde del Sole 24 Ore.



Disclaimer

Assopiscine precisa che le risposte ai quesiti, seppur elaborate con estrema attenzione e diligenza da parte dei Suoi professionisti, non costituiscono erogazione di consulenza professionale né legale, ma solo attività di informazione. L’Associato (il Richiedente) è quindi espressamente ed esplicitamente tenuto a non basare le proprie azioni sulle consulenze e risposte ai quesiti posti e invitato ad approfondire le questioni trattate con professionisti di Sua fiducia. Assopiscine non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi o danni causati dalle risposte ai quesiti e dalle consulenze fornite e neppure per le conseguenze negative che possa subire l’Associato (il Richiedente) che riferisca di essersi informato dalle risposte e/o notizie ricevute.