Assopiscine risponde

In riferimento alle estensioni di applicazione del Reverse Charge, le piscine possono essere considerate Edifici?

AssoPiscine 23 aprile 2020, 4:30
Domanda estesa:
In riferimento alle estensioni di applicazione del Reverse Charge, le piscine possono essere considerate Edifici?

Se abbiamo ben inteso, la domanda è riferita ad una vasca all’aperto che in genere consiste in un’opera pertinenziale di un fabbricato. In tal caso facendo riferimento alla circolare del Ministero dei Lavori pubblici del 1960 (che riporto di seguito), a mio avviso, e dal mero punto di vista tecnico, la vasca non è assimilabile a “edificio” in quanto non è una costruzione coperta.

Visto l’argomento ritengo sarebbe opportuno verificare con un avvocato o un commercialista se esistono interpretazioni differenti in ambito fiscale.

Stralcio CIRCOLARE MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI 23 LUGLIO 1960, N.1820

DEFINIZIONI IN MATERIA DI COSTRUZIONI EDILIZIE

A – DEFINIZIONE DI FABBRICATO E DI FABBRICATO RESIDENZIALE
Per fabbricato o *_edificio _*si intende qualsiasi costruzione coperta, isolata da vie o da spazi vuoti, oppure separata da altre costruzioni mediante muri che si elevano, senza soluzione di continuità, dalle fondamenta al tetto; che disponga di uno o più liberi accessi sulla via, e possa avere una o più scale autonome.
[…]

Commissione Tecnica Assopiscine

Disclaimer

Assopiscine precisa che le risposte ai quesiti, seppur elaborate con estrema attenzione e diligenza da parte dei Suoi professionisti, non costituiscono erogazione di consulenza professionale né legale, ma solo attività di informazione. L’Associato (il Richiedente) è quindi espressamente ed esplicitamente tenuto a non basare le proprie azioni sulle consulenze e risposte ai quesiti posti e invitato ad approfondire le questioni trattate con professionisti di Sua fiducia. Assopiscine non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi o danni causati dalle risposte ai quesiti e dalle consulenze fornite e neppure per le conseguenze negative che possa subire l’Associato (il Richiedente) che riferisca di essersi informato dalle risposte e/o notizie ricevute.