Assopiscine risponde

Impianto di smaltimento acqua di una piscina

AssoPiscine 23 aprile 2020, 4:30
Domanda estesa:
Trattasi di un impianto che deve smaltire le acque di piscine (contro lavaggio e rigenerazione) presumibilmente in suolo libero con autorizzazione da parte della competente provincia. Vengono posti interrogativi circa il tipo di trattamento da adottare per le acque al fine di facilitare la scelta della soluzione tecnica da adottare: Utilizzando cloro, lo scarico dell'acqua del contro lavaggio filtro a sabbia in condotta disperdente nel suolo, è sufficiente una decantazione in cisterna per almeno 4 giorni prima dello scarico e ri- spettare la tabella 4 del DLgs 152/2006? Lo svuotamento della piscina che si stima venga effettuato ogni due anni, l'acqua può essere scaricata direttamente sul suolo o ha ancora sostanze pericolose? In alternativa a questo sistema è preferibile utilizzare un abbattitore di sostanze chimiche? Qualora venisse applicata l’elettrolisi è necessario osservare lo stesso procedimento sempre che vengano rispettati i parametri di legge?

I quesiti posti affrontano due tematiche differenti ancorchè entrambe legate all’acqua di balneazione.

 

Disclaimer

Assopiscine precisa che le risposte ai quesiti, seppur elaborate con estrema attenzione e diligenza da parte dei Suoi professionisti, non costituiscono erogazione di consulenza professionale né legale, ma solo attività di informazione. L’Associato (il Richiedente) è quindi espressamente ed esplicitamente tenuto a non basare le proprie azioni sulle consulenze e risposte ai quesiti posti e invitato ad approfondire le questioni trattate con professionisti di Sua fiducia. Assopiscine non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi o danni causati dalle risposte ai quesiti e dalle consulenze fornite e neppure per le conseguenze negative che possa subire l’Associato (il Richiedente) che riferisca di essersi informato dalle risposte e/o notizie ricevute.