Assopiscine risponde

Aliquota IVA al 4% per costruzione Piscina in casa privata: si applica anche se costruita successivamente all’abitazione?

AssoPiscine 23 aprile 2020, 4:30
Domanda estesa:
Un articolo presente sul sito web di Assopiscine, relativo alla tassazione IVA sulle piscine di nuova costruzione, ha sollecitato l’interesse per un chiarimento relativo ad una situazione attualmente in evoluzione. Una residenza di proprietà di un solo coniuge nella quale vive la coppia usufruendone come prima casa, vorrebbe essere migliorata con la costruzione di una piscina (dimensioni 5mx10m) nel giardino della casa (accatastata A/7) indipendente. Non essendo stato compreso se, trattandosi di costruzione realizzata successivamente a quella della casa, sia ugualmente possibile l’applicazione dell'IVA al 4% oppure se detta aliquota sia applicabile solamente in caso di realizzazione dell’impianto piscina contemporaneamente alla costruzione della casa.

Apposita circolare Ministeriale chiarisce che il caso in cui la costruzione della piscina anche successiva alla costruzione originaria della abitazione può godere della aliquota agevolata del 4% nel caso si tratti di prima casa.
A maggiore chiarimento si allegano, oltre alla circolare Ministeriale, tre risposte della Banca dati del Commercialista:

– Circolare Ministero Finanze 2019E
– Costruzione di Piscine – risposta 1
– Costruzione di Piscine – risposta 2

Disclaimer

Assopiscine precisa che le risposte ai quesiti, seppur elaborate con estrema attenzione e diligenza da parte dei Suoi professionisti, non costituiscono erogazione di consulenza professionale né legale, ma solo attività di informazione. L’Associato (il Richiedente) è quindi espressamente ed esplicitamente tenuto a non basare le proprie azioni sulle consulenze e risposte ai quesiti posti e invitato ad approfondire le questioni trattate con professionisti di Sua fiducia. Assopiscine non si assume alcuna responsabilità per eventuali problemi o danni causati dalle risposte ai quesiti e dalle consulenze fornite e neppure per le conseguenze negative che possa subire l’Associato (il Richiedente) che riferisca di essersi informato dalle risposte e/o notizie ricevute.